ITALIA MEDIOEVALE

di Egidio Finamore

Capracotta (Is) è uno dei centri abitati più alti della penisola italiana, a metri 1421 s.m., ed è per questo una stazione climatica estiva. Circa il suo nome, per l'Alessio è valida l'etimologia più evidente, da capra e cotta, disseccata, ma resta in dubbio un motivo plausibile della scelta. Trovo pertanto una spiegazione leggendaria di tradizione locale. Mentre un gruppo di pastori discuteva sul nome da scegliere per il paese che avevano appena iniziato a costruire, giunse presso di loro una capra che, fuggendo, cadde nel fuoco intorno a cui gli uomini erano seduti. La bestia poi riuscì ad allontanarsi, sparendo misteriosamente, e a ricordo dell'episodio qualcuno propose di denominare il luogo Capracotta! Gli abitanti: capracottési, e in dialetto krapakuttàre.

  • E. Finamore, Italia medioevale nella toponomastica. Dizionario etimologico dei nomi locali, Bibliograf, Rimini 1992, p. 53.

© 2015-2020 Letteratura Capracottese di Francesco Mendozzi

Via San Sebastiano, 6 - 86082 Capracotta (IS)

*** Contattami ***