top of page

Lassù, in alto, il mio borgo


Panorama invernale capracottese (foto: A. Mendozzi).

Mi trovo da un po' di tempo nel capoluogo di regione, in cui sono tornata per un breve soggiorno. Ho riaperto la casa, dove sono vissuta per oltre 30 anni, dove sono cresciuti i miei figli, dove io, insegnante di materie letterarie in una scuola, al tempo prestigiosa, ho trascorso il tempo della mia attività professionale.

Poi è arrivato il cambiamento che mi ha riportata alle radici. Pur con qualche difficoltà iniziale, col tempo ho imparato ad amare i paesaggi sconfinati e silenti, le cime innevate, i monti boscosi, le luci dei paesi sparsi qua e là in quell'anfiteatro maestoso che circonda il borgo.

Dal terrazzo di questa casa, in cui ora mi trovo, l'occhio spazia: il centro storico abbarbicato, il castello, la collina di fronte illuminata e urbanizzata. Ma lo sguardo si volge, presto, verso i nostri monti: la Maiella, le Mainarde, il Campo, il Capraro.

Lassù, in alto nel cielo, il borgo spicca, come una striscia di luce che occhieggia da lontano. Il mio bel paese non si vede, ma io so che è là e mi saluta.


Maria Delli Quadri

 

Fonte: https://www.altosannio.it/, 13 dicembre 2013.

留言


bottom of page