top of page

Alla regione tutto com'a prima e nei paesi le liste di "kikazzsokiss"



La sera dello scrutinio delle Regionali, che ci volevamo vedere la maratona di Manuela Petescia, Ruzzone mi disse: «Vatt'a durmi', che domani mattina trovi le stelle invece che il sole!». La mattina dopo invece, mi sono affacciato e ho trovato il sole lione.

Dice che chissà che cosa doveva succedere. Una cosa come a quando Galileo disse che la Terra e il Sole si erano cambiati di posto e che uno girava al posto dell'altro come quando facciamo la zumparella che suonano i Dragoni del Molise e Carmela va al posto di Giacomino e Giacomino a quello di Carmela.

Dice che si dovevano rivoltare cielo e terra. Dice che le campane di Agnone dovevano suonare come non avevano mai suonato. Che ci doveva stare una Frattura della terra da Campomarino a Sesto Campano. E che dopo tutto doveva tornare come a quando portavamo le vacche da Capracotta a San Severo e stavamo contenti.

Invece, dal 22 aprile a mò, se devo dire la verità, la pensione arriva sempre lo stesso giorno, Frattura fa sempre il commissario della Sanità, Iorio sta in consiglio regionale e la novità della Lega è che stanno litigando se nominare Mazzuto assessore esterno. Come a quando litigavano per Incollingo o per Sandro Arco. Che poi al primo lo fecero sottosegretario al consiglio regionale e il secondo gli fecero la Fondazione. E, secondo me, pure a Mazzuto gli faranno una cosa per farlo contento. Noi della Cantina Iammacone, siccome sappiamo che "Molise Acque" sta già impegnata, speriamo che lo fanno presidente di "Molise Vino".

Intanto già ci stiamo appassionando ai nomi delle liste che si presentano per le Comunali del 10 giugno. A Venafro c'è un clima di pace e di amore: ci stanno due liste, una si chiama "Venafro nel cuore" e l'altra "Insieme per Venafro". Il «cuore» e l'«insieme» stanno un poco dappertutto: "Amare il proprio Comune" a Montaquila, "Guglionesi nel cuore" a Guglionesi, "Vivere insieme" e "Insieme per il paese" a Macchia Valfortore, "Ancora insieme" a Montorio, "Amiamo Vinchiaturo" a Vinchiaturo. Ruzzone ha detto che i nomi sono un poco troppo sentiti e troppo mosci. A lui piacciono quelli forti, tipo "Venafro senza diossina", "Sessano senza puzza di gas".

La cosa più strana è che dentro ai paesi come a Ripabottoni, Sessano e via dicendo hanno presentato le liste certa gente che nessuno conosce e che nemmeno è residente. Dice che sono certi che non vogliono fare i consiglieri ma si vogliono solo presentare. Come a quelli delle nove liste di Toma. Mario Ilisaccio ha detto che questi che nessuno li conosce si presentano perché così dove lavorano gli danno il permesso e se ne stanno alla casa per un mese e poi si fanno pure le ferie ad agosto.

Allora subito Ruzzone, che non è fesso, ha fatto la lista anche per noi per avere il permesso di starcene alla casa e aveva proposto il nome di "Movimento 5 Pelle" che ci rappresenta assai. Solo che, dopo, ci siamo accorti che nessuno di noi lavora. E allora abbiamo stracciato il programma che avevamo fatto, il simbolo che avevamo disegnato e ci siamo messi ad aspettare il 10 giugno come a quando aspettiamo che arriva la pensione. Senza ansia. Tanto arriva!


Giovanni Petta

 

Fonte: http://www.giovannipetta.eu/, 14 maggio 2018.

Comments


bottom of page