• Letteratura Capracottese

Capracotta e le sue meravigliose piste da fondo


Lo stadio del fondo "Mario Di Nucci" a Prato Gentile.

Il cielo sopra Capracotta convertiva in neve l'umidità venutagli dal mare, le strade si ammantavano di bianco, incorniciandosi di cumuli scansati dai cingolati. Prato Gentile (1.575 m.), nonostante mostrava una modesta altitudine, era completamente innevato grazie alle correnti e la sua conformazione orografica, la neve scendeva su di noi a grandi fiocchi, rivelando un paradiso bianco bellissimo. Le piste da fondo di Capracotta erano famose in tutta Europa per la loro bellezza, così sempre piene di neve erano sapientemente gestite da un.ottima manutenzione.

Capracotta è il cuore bianco dell'Altissimo Molise, la stazione sciistica e climatica molisana di respiro internazionale. Nel cuore dell'Appennino centro-meridionale, l'offerta sciistica si apre agli appassionati di sci nordico lungo le belle piste dello Stadio di Fondo "Mario Di Nucci", che si estendono in località Prato Gentile (nel 1997 Capracotta ha ospitato i Campionati Assoluti Italiani di Fondo e nel 2004 e 2008 la Continental Cup europea) e a quelli di sci alpino nel comprensorio di Monte Capraro grazie ad una pista lunga 1.481 m., un dislivello di 252 m. ed una pendenza del 18%. La stazione è inoltre dotata di un efficiente impianto di risalita composto da skilift con capacità oraria di portata di 700 persone e da una seggiovia capace di trasportarne 900.

A Capracotta è possibile sciare anche per i meno fortunati: da qualche anno infatti l'Associazione Sportiva Dilettantistica "Scio anch’io" onlus garantisce la pratica sportiva invernale anche ai diversamente abili. Una qualificata Scuola di Sci ed uno storico Sci Club, sorto nel 1914, completano l'offerta capracottese rispetto alla pratica degli sport invernali (notizie tratte da un cartello informativo del luogo).

Dalla bellezza delle piste da fondo alla bellezza del paese, continuavamo ad immergerci in visioni suggestive che tanto ci erano care e ci mancavano. Eravamo venuti qui proprio alla ricerca della neve, così scarsa dalle nostre parti, e finalmente la scorgevamo tra i vicoli e le case, nei bordi delle strade e sui tetti, ci riempiva il cuore di una gioia pacata, accarezzandoci come fanno i ricordi da bambino. La sera si accostava al barlume lampioni, che facevano assumere alla neve il colore bluastro della carta da zucchero, quelle tonalità d'ombra si lasciavano respirare con una dolcezza infinita, conferendo alla sera una delle sue vesti più belle possibili.


Sara Chiaranzelli

Fonte: http://naturagrezza.blogspot.com/, 15 gennaio 2012.

#capracotta #pratogentile #sarachiaranzelli #sciclub #scidifondo #web

© 2015-2020 Letteratura Capracottese di Francesco Mendozzi

Via San Sebastiano, 6 - 86082 Capracotta (IS)

*** Contattami ***