• Letteratura Capracottese

Il cielo e le osservazioni da Capracotta


Il cielo stellato su Capracotta (foto: A. Vaccaro).

Allora, anche se è andato male il piccolo star party qualcosina si è osservato la mattina del sabato. Siamo scesi dalla postazione che avevo previsto di usare (località Prato Gentile a quota 1.580 m.) e per sbucare fuori dalle nuvole abbiamo ripassato il paese, che dista 2 km. da questo prato, e siamo andati alla base di una funivia a circa 1 km. dal paese ma dalla parte opposta (a circa 1.400 m. di quota).

Da lì ho fatto varie registrazioine con l'SQM-LE ma con il viavai di nuvole (non solo quelle alte ma soprattutto quelle basse che coprivano peggio di una nebbia fitta!) è difficile avere valori buoni anche perché le nuvole diffondevano tantissimo la luce di Capracotta ma anche quelle delle luci delle auto che raramente passavano.

Comunque, nel periodo migliore, a un'altezza di circa 60° (allo zenit oramai stava la Via Lattea, visto che abbiamo osservato dall'una alle due e mezzo) il SQM segnava valori compresi tra 21.35 e 21.40. La Via Lattea era veramente luminosa allo zenit! Secondo me in una giornata normale o buona si può arrivare alla 21.5, valore alto per un posto nell'Appennino.

Il mio binocolo 21-30-37X100 ha risentito del viavai delle nuvole e dopo un'oretta si è anche fortemente appannato!

Però prima ho visto cose molto belle, compresa una netta Crescent senza ausilio di filtri, come anche la Nord America e una parte della Pellicano. Per non parlare della forma ad X greca della nebulosità vicino a Gamma Cygni, spettacolare!

Basse sull'orizzonte c'erano sempre nuvole ma, vista in un modo divino, sempre a 20x, M16 e M17 (che ho chiamata Omega come se fosse Omega Centauri!) osservate meglio di quando lo feci due anni fa dall'Amiata.

Poi ho osservato con il Dobson da 250mm e con il filtro OIII la velo: era una cosa incredibile, da mettersi a contare i filamenti, sembrava una foto (è quasi meglio di come l'abbiamo osservata con il 400 mm. all'Amiata).

Alla fine, poco prima di appannarsi, ho osservato anche la cometa 2009P1 che con il 250 mm. si notava la coda già in visione diretta, con un bel nucleo non puntiforme ma ben luminoso.


Ras Algehu

Fonte: http://forum.astrofili.org/, 17 ottobre 2007.