• Letteratura Capracottese

Contributi alla Fauna del Molise


Un esemplare di Barynotus, meglio conosciuto come tonchio.

Nel 1910, fui incaricato dall'illustre viaggiatore Dr. Lamberto Loria di percorrere in lungo e in largo la provincia di Campobasso (antico contado di Molise) a fine di raccogliere per lui - fondatore della Società di Etnografia italiana - oggetti e notizie. Occupatissimo nell'assolvere il mio dovere, soltanto a intervalli, e non mai quando avrei voluto e di rado nel momento più propizio, potei dedicare qualche giornata allo studio della Fauna, raccogliendo generalmente in fretta e con una tecnica superficiale, qualche materiale. Oggi pubblico un brevissimo elenco di Curculionidi da me raccolti tra Giugno e Settembre in tre delle più pittoresche località: nei monti di Capracotta e di Frosolone e sul ripidissimo M. Mutria, sempre al disopra di 1.000 m. d'altitudine, dove tra i Faggi vegeta in arboscelli la Belladonna. Dei pochi Curculionidi qui elencati, la più notevole specie è Barynotus Solari.

La sua cattura a Capracotta ne estende l'habitat di parecchi km. a levante e lo abbassa di ben 1.000 m.

Le specie furono cortesemente determinate dall'autorevolissimo Sig. Ferdinando Solari di Genova.


Athos Mainardi

Fonte: A. Mainardi, Contributi alla Fauna del Molise, in «Rivista Coleotterologica Italiana», XIII:1-3, Piacenza, gennaio-marzo 1915.