• Letteratura Capracottese

Inno degli skiatori


La storica sede dello Sci Club Capracotta (foto: V. Arcomano).

Diritte le gambe, eretta la schiena,

innanzi lo sguardo, la fronte serena,

per l'aspra discesa, sul frassino lieve

si vola, si vola: ci è strada la neve.


Arditi e leggeri, pel morbido piano

sgusciamo fra i faggi, miriamo lontano;

tra venti e procelle, più forte, più ardita

sentiamo nel core pulsare la vita.


È bella la neve,

regina essa sola

del piano e del monte,

si vola, si vola…


Il prato e la rupe, la zolla ed il fiore

uguaglia ed abbella l'intatto candore;

siccome ne l'alma del volo l'ebbrezza

in gioia tramuta la cupa tristezza.


Col freddo, col gelo, la neve profonda

uccide le ortiche, le messi feconda,

qual noi, de la forza veloce coorte,

daremo a la Patria progenie più forte.


È bella la neve,

regina essa sola

del piano e del monte,

si vola, si vola…


Giorgio Borrella

Fonte: T. Paolone, 1914-2014: cento anni di sport. Cronache e storia dello Sci club Capracotta, Volturnia, Cerro al Volturno 2015.

#capracotta #giorgioborrella #musica #sciclub

© 2015-2020 Letteratura Capracottese di Francesco Mendozzi

Via San Sebastiano, 6 - 86082 Capracotta (IS)

*** Contattami ***