top of page

Da mezzo secolo


Una gita alle Fonticelle negli anni '30.

Da mezzo secolo

credo, e non meno,

di un piccantissimo

lento veleno


tanto continue

furon le dosi

che fece un popolo,

tutti nervosi.


Non c'era un medico

per quella cura...

Il mal di origine

era l'arsura...


Mancava l'acqua!...

Si discuteva

spesso, e mai niente

si concludeva.


Molti rimedi

furon provati

da tutti gli uomini

autorizzati.


Meno le pillole

contro i sbadigli...

Ma, con lo sgombero

di quei "Consigli"


suonò la sveglia!...

I nuovi eletti

parlaron subito

di quei progetti


per l'acqua. E plaude

oggi il paese,

a loro e il Sindaco

che disse e chiese,


senza temere

niun sforzo duro,

pel proprio fisico,

a sé, lo giuro!...


Voglio e dev'essere

fu la sentenza,

pel ben di tutti,

giurata. E senza


temere ostacoli...

acqua alle fonti,

promise al popolo

Gregorio Conti.


Quel «voglio» ha un merito

tanto elevato

da far commuovere

chi avrà tentato


allarmi inutili,

con l'evidente

scopo del solito

non far mai niente.


Però cozzarono

con chi l'aiuto

l'ebbe col fingersi

da sordomuto!


E per quel chiudersi,

serrato bene...

poté gridare:

c'è l'acqua... viene...


Ma non fu facile

sfondar le porte!

Le molte chiacchiere,

l'avversa sorte,


i tempi critici;

tutto un assieme

tacevan perdere

coraggio e speme.


Vi son certi uomini

d'una pazienza

che non ha limite

si crede, e senza


troppo nasconderlo

dirò: son rari

quei che trascurano

i propri affari


pel bene pubblico

che li appassiona.

I fatti spiegano

che una persona


di questo genere,

col suo sincero

passo, non celere,

ma onesto vero,


che è il primo merito

dei tanti suoi,

fermo, inflessibile

l'abbiamo noi.


Salute al Sindaco

che il suo dovere

l'ha dimostrato

senza temere


nessun ostacolo

nei suoi confronti.

Vinse quell'ordine:

acqua alle fonti!...


(1935)


Nicola D'Andrea

 

Fonte: N. D'Andrea, Le poesie di Nicola D'Andrea, Il Richiamo, Milano 1971.

コメント


bottom of page