top of page

Maria Centracchio a Capracotta


Maria Centracchio nella palestra comunale di Capracotta (foto: D. Simeoli).

Il Centro Libertas Nazionale, in collaborazione con il Centro Libertas della provincia di Isernia, ha organizzato a Capracotta, nelle estati del 2018 e del 2019, due stage intitolati "Judo e Amicizia" e dedicati ai tesserati Libertas che praticano il judo, un'arte marziale difensiva formalmente nata in Giappone nel 1882 e che dal 1964 è disciplina olimpica.

Quelle furono ottime occasioni per crescere dal punto di vista agonistico, ma soprattutto per far sì che i judoka, non solo isernini, socializzassero e si confrontassero con atleti provenienti da tutta Italia.

Il dirigente tecnico dell'iniziativa era infatti il prof. Bernardo Centracchio, 6° Dan di judo, nonché padre di Maria, fresca di medaglia olimpica ai giochi di Tokyo. I tecnici dello stage "Judo e Amicizia" erano invece Enrico Parlati e Massimo Parlati, entrambi 5° Dan.

Maria Centracchio, conquistando oggi la medaglia di bronzo, ha dunque onorato non solo l'Italia e il Molise ma, nel suo piccolo, anche Capracotta, prendendo parte a quei due stage atletici che, da oggi, possiamo annoverare tra i momenti più importanti della nostra storia recente.


Francesco Mendozzi

Comments


bottom of page