• Letteratura Capracottese

La mossa del cavallo



Carissimi Calimero e Giancarlo, ci sono cascato in pieno, come descritto in oggetto, ieri 1 aprile 2015, Calimero e Flavio sono riusciti almeno per mio conto a realizzare a pieno il pesce d'aprile 2015.

Con grande stupore della maggioranza dei telespettatori, si sono scambiati i ruoli di presentatori, cioè Flavio Insinna lo abbiamo visto alla conduzione dell'Eredità e Calimero a quello di Affari Tuoi, e devo aggiungere che Calimero, presumo per fare lo spavaldo e difendere la categoria, cioè il suo collega Bonolis, il mattatore maleducato, che nella relazione di ieri "La mossa del cavallo" il sottoscritto ha massacrato di accuse pesanti.

Quindi, Calimero, per solidarietà verso il suo collega, ha mostrato con forza il torace da petto di piccione e si è comportato nella stessa stregua, cioè da maleducato, nei panni di mattatore, prendendo in giro in modo persistente un concorrente alquanto diversamente abile nel linguaggio, originario e residente nella località: Capra Cotta, in provincia della Sgurgola. Proprio in una delle località citate dal sottoscritto, dove desidererebbe ritirarsi in pensione, oppure nd' luc' della buonanima di Z' Nculen' in località Putignano (BA), ovviamente, se dovessi essere risarcito dalle Istituzioni.

Quindi ho ritenuto opportuno difendere a spada tratta un mio eventuale concittadino Sgurgolano. Calimero dal sottoscritto è stato bocciato da tale conduzione televisiva. Invece Insinna l'ho visto solo preoccupato di dover lasciare il suo ruolo iniziale di conduttore, dove effettivamente lo ritengo al giorno d'oggi insostituibile per il suo modo elegante ed umanitario verso i concorrenti.

In ogni caso il pesce d'aprile è riuscito, ci sono cascato in pieno, ma questa sceneggiata non mi ha distratto dalla mia proposta iniziale, cioè quella di sottoporci appassionatamente a core a core alla macchina della verità, con tutti i personaggi citati dal sottoscritto nella relazione di ieri titolata: "La mossa del cavallo", con il solo scopo di verificare chi sono i veri buoi che dicono cornuto all'asino sottoscritto. Cioè, di verificare chi sono effettivamente i bugiardi patentati oppure chi invece ha sempre detto la verità, come il sottoscritto, durante sedici anni di intensa attività politica.

Concludo quindi, carissimi Calimero e Giancarlo, siete tutti sotto scopa, quindi se entro cinque giorni non riceverò Vostre notizie Vi aspetta uno sputtanamento colossale con la divulgazione di 10.000 volantini satirici. Quindi, tutti a sottoporci alla macchina della verità, presso la trasmissione Verdetto Finale, dal giudice dott.ssa Maccaroni, altrimenti sarete tutti sputtanati. E che sputtanamento Vi aspetta, al modo ed alla moda di: "Je suis Charlie", Pierre Samedì. Con una vignetta umoristica che rimarrà incisa per sempre nella storia.

Ciao ed a presto spero...


Pietro Sabato

Fonte: http://www.nuovagenerazioneroma.it/, 28 marzo 2015.

#pietrosabato #web

© 2015-2020 Letteratura Capracottese di Francesco Mendozzi

Via San Sebastiano, 6 - 86082 Capracotta (IS)

*** Contattami ***