top of page

La sala "Francesco Paglione" dell'OMCeO


La sala "F. Paglione" dell'OMCEO di Campobasso.

Cari colleghi,

sembra appena ieri quando, in questa nostra accogliente sala, si svolse l'Assemblea generale 2009. Eppure è trascorso un altro anno, inesorabilmente; e questo appuntamento annuale, insieme a tanti altri, contribuisce a scandire la nostra vita, non solo professionale, spero spesa in modo utile e sereno.

L'Assemblea di quest'anno, come da consuetudine ormai consolidata, è abbinata a due cerimonie per la nostra tradizione irrinunciabili ed estremamente significative: il giuramento di Ippocrate dei colleghi neo-laureati e la consegna di una onoreficenza ai decani dell'Ordine, cioè a coloro che hanno raggiunto il prestigioso traguardo dei cinquanta anni di laurea. Ma di questo ce ne occuperemo successivamente con la dovuta solennità.

La presenza di tanti nuovi amici e colleghi mi spinge a ricordare, con orgoglio e ancora una volta, che questa sala, a suo tempo ristrutturata e resa fruibile per tante occasioni di incontro, è dedicata ad un nostro eroico collega, medaglia d’oro al merito della Sanità Pubblica: il dott. Francesco Paglione, un medico condotto del comune di Busso, deceduto nell'adempimento del proprio dovere l'11 febbraio 1958.

E la targa affissa nell'ingresso della nostra sede riassume bene, sia pure nella sua stringata brevità, una esemplare storia di altruismo e generosità:

Perché resti vivo nel ricordo il suo fulgido ed eroico esempio di totale fedeltà ai principi etici e deontologici della professione medica, fino all'estremo sacrificio della vita.

Morì perché colto da infarto mentre cercava affannosamente di rianimare un bambino nato asfittico dopo un difficile parto. Infatti, consapevole della gravità del suo inaspettato e improvviso problema di salute, il compianto collega continuò a soccorrere il neonato (che riuscì a salvarsi grazie alle intense cure ricevute) finché, stremato dall'intensa fatica e dal grave infarto, morì poco dopo.

L'Ordine dei Medici di Campobasso, onorandosi di averlo avuto tra i propri iscritti, gli ha tributato nel 2002 i riconoscimenti meritati dedicandogli, tra l'altro, questa sala per essere ricordato, in avvenire, come merita.


Gennaro Barone

 

Fonte: G. Barone, L'angolo del Presidente, in «Bollettino dell'Ordine dei Medici», XXIV:5, Campobasso, dicembre 2010.

Comments


bottom of page